A GRESSONEY LA PRIMA SCUOLA ITALIANA SENZA ELETTROSMOG E GEOPATIE, PROTETTA DA PENTATER

Immaginate la scuola più “verde” possibile, nel cuore delle Alpi, in un ambiente naturale incontaminato. C’è solo l’imbarazzo della scelta, se si prendono in considerazione gli istituti scolastici della Valle d’Aosta. Ma ce n’è uno – quello di Gressoney-La-Trinité – che li batte tutti: è l’unico, infatti, a esser stato sottoposto al trattamento speciale di Pentater, contro l’elettrosmog e le geopatie. Decisamente una marcia in più, per i giovanissimi allievi che oggi ascoltano gli appelli ecologisti di Greta Thunberg. Ma, a parte il cambiamento climatico, c’è anche altro da tenere in considerazione: è fondamentale, infatti, che le lezioni si svolgano in un ambiente assolutamente sicuro e protetto, al riparo da onde invisibili e interferenze pericolose. E’ una doppia protezione, dunque, quella che Andrea ed Emilio Terziano hanno assicurato ai piccoli studenti valdostani: la loro scuola è la prima, in Italia, a godere di questo speciale sistema di schermatura.

Il problema delle emissioni elettromagnetiche è stato neutralizzato, nell’istituto scolastico, grazie all’installazione di un dispositivo come Elektron, posizionato sulla centralina dell’impianto elettrico della scuola. Elektron non inficia minimamente il regolare funzionamento degli impianti. Semplicemente, emettendo a sua volta particolari onde, armonizza le frequenze della centralina, dei cavi e di tutto il materiale elettrico, incluse luci e computer. Un’azione discreta ed efficace, dal risultato sicuro: «Negli ambienti “bonificati” dalle emissioni potenzialmente nocive – spiega il dottor Emilio Terziano, medico di lunga esperienza – scompaiono fenomeni fastidiosi come l’affaticamento e piccoli malesseri, come le cefalee». Una “pulizia” ideale, insomma, per le aule che ospitano i più piccoli.

«Analogo discorso vale per l’eliminazione delle geopatie», spiega l’ingegner Andrea Terziano, specializzato in fisica quantistica e autore della diagnosi effettuata presso la scuola di Gressoney. «L’intero spazio in cui viviamo è percorso da griglie energetiche sottili, e in prossimità dei “nodi” in cui le linee si intersecano è normale che insorgano turbolenze». Queste interferenze geopatiche possono procurare stanchezza e stress, stati di malessere, generale calo nel tono vitale. «Un attento monitoraggio delle aule – spiega l’ingegner Terziano – ci ha permesso di rilevare con precisione le insorgenze geopatiche». Nei punti critici sono stati dunque collocati gli appositi dispositivi (Geopathic) che rendono innocue le insidiose emissioni del sottosuolo.

Il sistema di protezione garantito da Pentater per abitazioni, uffici e locali pubblici, si completa poi con l’installazione di un terzo dispositivo, Naiadon, che – agendo anch’esso a distanza – impedisce la formazione del calcare nelle tubature, nelle cucine e negli impianti idraulici. «La nostra – spiegano gli specialisti di Pentater – è una filosofia che punta al massimo benessere dell’organismo badando essenzialmente alla prevenzione, grazie all’impiego oculato di dispositivi avveniristici, basati sulla costante ricerca nel campo della radionica e della meccanica quantistica». Sono dispositivi che agiscono in modo invisibile e a impatto zero, senza alcuna controindicazione né per il corpo umano né per le apparecchiature. E che rendono davvero unico il profilo “green” e il perfetto benessere della piccola scuola di Gressoney.

La scuola di Gressoney-La-Trinité:

http://www.comune.gressoneylatrinite.ao.it/it-it/vivere-il-comune/scuole/scuole-primarie-31746-1-3fc17f9144ccc50924a1f801873d0f9e

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.