GRAZIE A PENTATER, E’ ANCORA PIU’ NATURALE IL VINO PREFERITO DA EDDIE VEDDER, DEI PEARL JAM

Era il 2013, quando Eddie Vedder salutò il pubblico di Chicago con una bottiglia di Roero: grazie al frontman dei Pearl Jam, il favoloso vino di Matteo Correggia è entrato nella hall of fame del rock. Quello che pochi sanno, invece, è che la prestigiosa azienda vinicola di Santo Stefano Roero, in provincia di Cuneo, vanta un altro primato decisamente “green”. La cantina, valorosamente condotta da Ornella Correggia, non dispone solo della certificazione biologica: archiviata la chimica, è stata infatti messa al riparo anche dalla minaccia invisibile dell’elettrosmog e delle geopatie. Tutto questo, grazie alla speciale schermatura offerta da Pentater, con prodotti come Elektron e Geopathic.

«E’ stato un privilegio intervenire nella cantina Correggia», spiegano il dottor Emilio Terziano e suo figlio, Andrea. Proprio l’ingegner Andrea Terziano, specializzatosi nell’applicazione della fisica quantistica, è abilissimo anche in una disciplina come la radioestesia. Attraverso un particolare strumento diagnostico, il Biotensior, è in grado di rilevare le fonti geopatiche presenti. Si tratta di onde a bassa frequenza emesse dal sottosuolo, che possono disturbare l’organismo umano fino a creare seri problemi (e inoltre, è il caso di dirlo, le interferenze geopatiche possono alterare anche il complesso equilibrio dei grandi vini, durante la loro fase di maturazione nelle botti).

La schermatura naturale garantita da Pentater è completa: mentre il dispositivo Elektron (installato sulla centralina dell’impianto) annulla qualsiasi rischio di elettrosmog armonizzando le onde emesse dalle apparecchiature, Geopathic fa lo stesso “lavoro” neutralizzando le emissioni pericolose che risalgono dal sottosuolo. Altro elemento della protezione totale garantita da Pentater per abitazioni, locali pubblici e luoghi di lavoro: l’installazione di un terzo dispositivo, Naiadon, che agisce anch’esso a distanza “ordinando” all’acqua di non cristallizzare più il calcare, eliminando quindi le incrostazioni calcaree dalle tubazioni.

Si tratta di dispositivi a impatto zero, non ingombranti e assolutamente sicuri: non presentano alcuna controindicazione e non inficiano minimamente l’efficienza degli impianti, senza incidere neppure nei consumi energetici. L’impronta ecologica è quindi assoluta. «Anche per questo – dicono Emilio e Andrea Terziano – è un grande piacere, per noi, aver contribuito a incrementare ulteriormente la naturalità di un’azienda vinicola come quella che porta il nome di Matteo Correggia, rinomata in tutto il mondo per l’eccellenza enologica e la lealtà verso l’ambiente e il consumatore». Ditelo, Eddie Vedder: il suo vino preferito è ancora più naturale, grazie a Pentater.

La cantina Matteo Correggia:

http://www.matteocorreggia.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.