“L’ESSENZIALE E’ INVISIBILE AGLI OCCHI”: DAL PICCOLO PRINCIPE ALLE NOSTRE ENERGIE SOTTILI

Dentro e intorno al nostro corpo fisico esiste un insieme di energie sottili: sono invisibili, potenti, vitali. «Se interpretate e direzionate, diventano indispensabili nel processo di autoguarigione». Lo scrive Elisa Cappelli, in un intervento sul sito “Cure Naturali”, a proposito della materia – ancora poco conosciuta – su cui Pentater basa le sue ricerche, che poi sono alla base dei dispositivi offerti al pubblico: contro l’elettrosmog, le geopatie e il dolore fisico (senza contare un dispositivo come Naiadon, che – agendo a distanza – “ordina” all’acqua di non rilasciare più le fastidiose incrostazioni di calcare). Cosa sono, le energie sottili? Stanno alla base della medicina naturale e di molte medicine tradizionali, come quella cinese. “L’essenziale è invisibile agli occhi”, dice il Piccolo Principe, protagonista dell’omonimo libro dello scrittore e aviatore francese Antoine de Saint-Exupéry. Oltre al corpo fisico, che ha un’estensione e una realtà materiale – scrive sempre Elisa Cappelli – dobbiamo sapere che siamo infatti dotati di un corpo “sottile”, che prende nomi e assume caratteristiche diverse a seconda della tradizione di riferimento.

«Per esempio, alla base della terapia della polarità sta l’assunto secondo cui esistono canali che scorrono attorno e all’interno del nostro organismo, da immaginare come flussi di energia che passano per tre poli fondamentali, uno positivo, un altro negativo e un terzo neutro». Alla tradizione Yoga, invece – continua Cappelli – appartiene l’idea di canali di energia (Nadi) e di punti di concentrazione energetica (Chakra). «Infine, per la medicina tradizionale cinese, il cosmo come anche l’individuo sono inseriti nei movimenti complementari delle due forze conosciute come Yin e Yang». Decisivo il contatto tra il sé e le energie sottili: «Accettare l’esistenza di ciò che non riusciamo a vedere è il primo passo per entrare nel mondo delle energie sottili», si legge su “Cure Naturali”. «Basta osservare le variazioni energetiche che registriamo durante l’arco di una singola giornata: sbalzi d’umore, cali di vitalità improvvisi, repentine impennate di energia». Sono tutte situazioni che non sappiamo dire come o perché si inneschino, ma che, di fatto, ci influenzano.

«Ogni essere umano ha in sé il potere di direzionare queste energie». Il primo passo? Accorgersi dell’esistenza di questi canali energetici invisibili. Un medico esperto come il dottor Emilio Terziano, co-fondatore di Pentater, ha affinato moltissimo le sue competenze in questo campo, quello della “medicina energetica vibrazionale”. Fondamentale il ricorso a materiali speciali, come i cristalli di quarzo, che – opportunamente “informati” secondo i principi della radioestesia e della fisica quantistica – possono correggere in modo efficace le situazioni di squilibrio energetico. Pentater presidia i territori avveniristici delle medicine complementari, che insegnano a interagire con le energie sottili per migliorare il proprio stato di benessere e scongiurare l’insorgere di disturbi e patologie anche gravi. Molte sono le acquisizioni recenti della meccanica quantistica. E Pentater è all’avanguardia nel testare e proporre applicazioni rivoluzionare: i suoi dispositivi sono a impatto zero, funzionano e non presentano controindicazioni. Spesso, rappresentano il primo passo verso l’autoguarigione.

Cure Naturali: le energie sottili e l’autoguarigione

https://www.cure-naturali.it/articoli/terapie-naturali/energia/le-energie-sottili-e-lautoguarigione.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.